ACEF | Materie prime farmaceutiche, cosmetiche, galeniche, nutraceutiche

Area Riservata

Nuovo Utente


Non hai ancora le credenziali per entrare nell’Area Riservata? Registrati per accedere a:

  • Schede tecniche e schede di sicurezza;
  • Documentazione tecnica (solo per i clienti);
  • Monografie e presentazioni;
  • Certificati di analisi (solo per i clienti);
  • Listino e novità formulative (solo per le Farmacie clienti).

Registrati

Accesso

Inserisci le tue credenziali per accedere all’Area Riservata.

Newsletter

19 novembre 2020
Estratto secco Fiori di Lavanda titolato in olio essenziale
  • Data: 19/11/2020
  • Categoria: News ACEF Nutraceutica

Condividi su:

Condividi su:

Condividi su:

"L’olio essenziale contenuto nei fiori di lavanda si è dimostrato essere il principale responsabile della sua azione sedativa e calmante sul sistema nervoso."

La Lavanda (Lavandula angustifolia) è un arbusto aromatico ampiamente diffuso nel bacino del Mediterraneo. In fitoterapia i suoi fiori sono noti per le molteplici proprietà benefiche attribuite agli attivi in esso contenuti. In particolare, questi componenti conferiscono alla pianta un’azione sedativa e calmante sul sistema nervoso, utile in caso di ansia, agitazione, nervosismo, mal di testa, stress e insonnia. Oltre all’azione rilassante, l'olio essenziale di lavanda ha dimostrato di possedere anche buone proprietà antibatteriche, antifungine e spasmolitiche.

Azione sedativa e ansiolitica

Dai fiori della lavanda si ottiene un olio essenziale i cui principali componenti sono il linalolo, un monoterpene aromatico, e l'acetato di linalile, estere acetico del linalolo, i quali sembrerebbero essere i responsabili dell’azione calmante dimostrata.

Il meccanismo d’azione mediante il quale quest’olio essenziale svolge i suoi effetti ansiolitici è stato messo in luce da diversi esperimenti in vivo, che hanno permesso di evidenziare il suo ruolo di antagonista nei confronti dei recettori NMDA (N-metil-d-aspartato) del glutammato, principale neurotrasmettitore eccitatorio, e la sua capacità di inibire il trasportatore della serotonina (SERT) bloccandone la ricaptazione.

In uno studio clinico pubblicato nel 2009, l’efficacia dell’olio essenziale di lavanda è stata valutata nel trattamento del Disturbo d’Ansia Generalizzata (GAD) in confronto ad una benzodiazepina. I risultati ottenuti suggeriscono la medesima efficacia di entrambi i trattamenti somministrati per via orale, oltre alla sicurezza dell’olio essenziale di lavanda che si è dimostrato essere un rimedio privo di effetti collaterali e potenziale rischio di abuso. 

Successivamente, un gruppo di esperti ed accademici italiani ha preso in esame numerosi studi clinici presenti in letteratura e pubblicati fino a novembre 2018 con l’obiettivo di valutare l’efficacia dell’olio essenziale di lavanda nel trattamento dell’ansia e dei disturbi ad essa correlati. Nell’insieme, la valutazione rivela significativi effetti a favore della sua efficacia, sia all’interno di formulazioni somministrate per via orale, sia in quelle somministrate per via inalatoria. 

I numerosi studi clinici e la tradizione d’uso provano dunque l’efficacia e la sicurezza di questo componente naturale nel trattamento di disturbi quali ansia, insonnia e depressione. 

Claims nutrizionali e formulazioni

L’Estratto Secco di Fiori di Lavanda Titolato in Olio Essenziale è indicato per tutte quelle formulazioni nutraceutiche solide finalizzate alla prevenzione degli stati ansiosi e alla promozione del fisiologico rilassamento della persona. I prodotti formulati con questo botanicals potranno vantare in etichetta i claims salutistici: “Contribuisce a promuovere il rilassamento e il sonno in caso di stress” e “Favorisce il normale tono dell'umore”.

Per maggiori informazioni scrivi a nutraceutica@acef.it

 

 

TOP