ACEF | Materie prime farmaceutiche, cosmetiche, galeniche, nutraceutiche

Area Riservata

Nuovo Utente


Non hai ancora le credenziali per entrare nell’Area Riservata? Registrati per accedere a:

  • Schede tecniche e schede di sicurezza;
  • Documentazione tecnica (solo per i clienti);
  • Monografie e presentazioni;
  • Certificati di analisi (solo per i clienti);
  • Listino e novità formulative (solo per le Farmacie clienti).

Registrati

Accesso

Inserisci le tue credenziali per accedere all’Area Riservata.

Newsletter

10 maggio 2018
Pure-Phen
  • Data: 10/05/2018
  • Categoria: News ACEF Cosmetica

Condividi su:

Condividi su:

Condividi su:

"Pure-Phen aiuta pelle e cuoio capelluto a ritornare e mantenersi in salute grazie all'azione delle molecole attive naturali che non alterano la condizione fisiologica della pelle riducendo gli inestetismi cutanei e diminuendo il rossore."

Pure-Phen è un principio attivo purificante, lenitivo e condizionante. Viene ottenuto tramite l’esclusiva tecnologia di Bioliquefazione® enzimatica applicata alle tre matrici vegetali: Zenzero, Incenso, Uva rossa.

Queste piante, da sempre conosciute e utilizzate in diverse parti del mondo, contengono composti in grado di agire come agenti purificanti e batteriostatici, utili contro potenziali specie patogene, per proteggere e condizionare la pelle. Pure-Phen è in grado di aiutare pelle e cuoio capelluto a ritornare e mantenersi in salute con un trattamento delicato ma efficace. La combinazione delle molecole attive naturali contenute in Pure-Phen non altera la condizione fisiologica della pelle aiutandola a combattere gli squilibri della micro-flora, riducendo gli inestetismi cutanei e diminuendo il rossore e le sensazioni sgradevoli.

Pure-Phen e i suoi ingredienti

  • Lo zenzero, che si pensa abbia avuto origine nel subcontinente Indiano, è una pianta ora coltivata in tutta l’ Asia meridionale. Ampiamente utilizzato nelle preparazioni alimentari è anche tradizionalmente noto per le sue proprietà benefiche. Molecole come lo zingiberene e il gingerolo, appartenenti alla classe dei sesquiterpeni ciclici e per molti versi aventi proprietà simili alla capsaicina, sono state studiate intensamente per le loro proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e batteriostatiche.
  • L’incenso è una resina prodotta in Medio Oriente da piante di Boswellia come strategia difensiva dalle ferite della corteccia. È ampiamente usato come profumo ed è anche utilizzato in numerosi rituali religiosi. La resina è composta principalmente da polisaccaridi in grado di nutrire, idratare e condizionare la pelle. Altre molecole rilevanti sono gli acidi boswellici, una vasta famiglia di molecole, in grado di agire come agenti anti-infiammatori e noti per le proprietà batteriostatiche.
  • L’uva rossa è una specie originaria del Mediterraneo e delle regioni del Medio Oriente conosciuta e utilizzata dagli esseri umani fin dal periodo neolitico. Diverse famiglie di molecole, ampiamente studiate per le loro proprietà benefiche, caratterizzano questa meravigliosa pianta. I composti fenolici sono una di queste, noti per le proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. L’uva rossa è anche ricca di alfa-idrossiacidi noti per le proprietà esfolianti e seboregolatrici.

Benefit

  • Completamente naturale e privo di conservanti
  • Più tollerabile rispetto ai benchmarks sintetici (in vitro test)
  • Riduce il rilascio di interleuchine (in vitro test)
  • Effetto batteriostatico nei confronti di Staphylococcus epidermidis e Malassezia furfur (in vitro test)
  • Ri-bilancia la disbiosi del microbiota cutaneo (in vivo test)
  • Non altera il microbiota di una pelle sana (in vivo test)
  • Non altera le condizioni fisiologiche di pelle e cuoio capelluto (in vivo test)
  • Riduce il rossore della pelle (in vivo test)
  • Riduce il numero delle lesioni da acne (in vivo test)
  • Riduce la desquamazione legata alla forfora (in vivo test)
  • Promuove il ripristino delle normali condizioni del cuoio capelluto (in vivo test)

Composizione e specifiche tecniche

Le caratteristiche tecniche di Pure-Phen (INCI : GLYCERIN, VITIS VINIFERA FRUIT EXTRACT, ZINGIBER OFFICINALE ROOT EXTRACT, BOSWELLIA SERRATA RESIN EXTRACT) sono riportate nella seguente tabella.(Tabella 1).

Composizione e specifiche tecniche

Tabella 1 Caratteristiche tecniche di Pure-Phen

Shelf life: 18 mesi
Conservazione: in luogo fresco e asciutto


Efficacia

Studi in vitro

Tollerabilità di Pure-Phen vs. benchmarks

Diverse molecole sintetiche sono usate in formulazioni cosmetiche come agenti purificanti, ma per alcune di queste sono sorti dubbi sulla sicurezza e sulla tollerabilità. Pure-Phen è stato confrontato con questi benchmarks sintetici in termini di tollerabilità sui cheratinociti, valutando la vitalità cellulare e si è riscontrato che Pure-Phen è molto più tollerabile rispetto alle molecole sintetiche. (Figura 1)

Lenitivo / Anti-prurito / Anti-arrossamento

Pure-Phen (3% p/p) è stato testato su linee cellulari di cheratinociti in relazione all’inibizione del rilascio dell’Interleuchina-1alfa. I risultati dimostrano che Pure-Phen è capace di ridurre i mediatori pro infiammatori del 25,2% agendo come attivo lenitivo, anti-prurito, anti-arrossamento (Figura 2).

Tollerabilità di Pure-Phen vs. benchmarks

Figura 1 Tollerabilità di Pure-Phen vs. benchmarks.

Lenitivo / Anti-prurito / Anti-arrossamento

Figura 2 Lenitivo / Anti-prurito / Anti-arrossamento.


Studi sul microbiota

Il MICROBIOTA umano è costituito da 10-100 trilioni di cellule microbiche simbiotiche ospitate da ogni persona, anche la pelle ospita migliaia di diverse specie microbiche con una densità cellulare cutanea di 106/cm2 . Il MICROBIOTA è un fattore chiave nel controllo della condizione di omeostasi di una pelle sana.

Le condizioni ambientali, stress endogeni ed esogeni, suscettibilità individuale, ecc. possono essere co-fattori nell’ insorgenza di disordini della pelle come l’acne e la forfora.

Queste specifiche condizioni della pelle sono legate alla disbiosi, squilibri del MICROBIOTA cutaneo, spesso caratterizzate dalla crescita eccessiva di alcuni patogeni opportunisti.


Effetto batteriostatico

Figura 3 Effetto batteriostatico

Effetto batteriostatico

Pure-Phen è stato testato (3 % p/p) come batteriostatico su due specie correlate a problematiche cutanee come acne e forfora:

  • Staphylococcus epidermidis è un batterio gram-positivo considerato un innocuo microrganismo commensale della pelle umana, oggi però è stato evidenziato come un importante agente patogeno opportunista ed è la specie dominante nelle lesioni da acne.
  • Malassezia furfur è un fungo naturalmente presente sulle superfici cutanee responsabile di alcune occasionali infezioni opportunistiche. Le specie Malassezia svolgono un ruolo nella patogenesi della forfora insieme a stress, affaticamento, condizioni meteorologiche estreme, natura oleosa della pelle, uso di shampoo e altri disturbi.

Pure-Phen è stato in grado di inibire efficacemente la crescita di entrambe le specie in coltura liquida dimostrando il suo potenziale come un principio attivo purificante in grado di contrastare gli squilibri della micro-flora della pelle. (Figura 3)


Impatto del prodotto sul MICROBIOTA di una pelle sana

Trattamento

Formulazione in gel contenente Pure-Phen 3% p / p da applicare sulla fronte due volte al giorno per una settimana. Metodo di analisi: Next Generation Sequencing 16S rRNA. (Figura 4, 4a, 4b)

 

Risultati Trattamento

Figura 4 Risultati Trattamento

 

 

Risultati Trattamento

Figura 4a Risultati Trattamento

 

 

Risultati Trattamento

Figura 4b Risultati Trattamento

 

Gli studi effettuati hanno dimostrato che Pure-Phen non modifica la composizione e non altera la biodiversità del MICROBIOTA di una pelle sana. Pure-Phen si dimostra quindi un attivo efficace nel ribilanciare le condizioni di disbiosi ma al contempo delicato nei confronti del MICROBIOTA di una pelle sana.


Studi in vivo

Skin care

Trattamento: lavaggio del viso due volte al giorno con un sapone liquido formulato con il 3% p/p di Pure-Phen.

Caratteristiche demografiche dei volontari

Tabella 2 Caratteristiche demografiche dei volontari.

 

Pure-Phen è in grado di ridurre il rossore cutaneo del 18,4 % dopo 30 giorni di trattamento, confermando di possedere attività lenitiva e calmante. (Figura 5)
Il trattamento con Pure-Phen 3% p/p non altera le normali condizioni fisiologiche di pH e sebo della pelle. Questa è una caratteristica molto desiderabile in quanto trattamenti troppo aggressivi come una drastica riduzione delle secrezioni sebacee o un’esfoliazione estrema potrebbero peggiorare le condizioni generali della pelle.

Pure-Phen è stato in grado di ridurre il numero di lesioni cutanee correlate all’acne (papule, pustole, comedoni) del 13,3% aiutando la pelle a ritrovare un aspetto più sano. (Figura 5)

 

Riduzione rossore e lesioni cutaneee

Figura 5 Riduzione rossore e Lesioni Cutanee.


Caratteristiche demografiche dei volontari

Tabella 3 Caratteristiche demografiche dei volontari.

 

Hair care

Trattamento: lavaggio dei capelli una volta al giorno con uno shampoo contenente Pure-Phen 3 % p/p.

Il trattamento con Pure-Phen 3%:

  • non altera le normali condizioni fisiologiche di pH e sebo del cuoio capelluto, confermando una elevata tollerabilità anche sui trattamenti per la cura dei capelli;
  • aumenta l’idratazione del cuoio capelluto del 12%, passaggio fondamentale per ridurre la formazione di scaglie;
  • è in grado di ridurre l’indice di desquamazione del cuoio capelluto del 17%, dimostrando di essere un ingrediente efficace in grado di aiutare la pelle a recuperare una condizione più sana riducendo il numero di squame legate a problemi di forfora;
  • secondo dermatologi esperti che hanno valutato la condizione del cuoio capelluto dei volontari sottoposti al trattamento, riduce lo Scale Severity Score del 29% migliorando le condizioni generali del cuoio capelluto;
  • secondo il Clinical Global Score, promuove il ripristino delle normali condizioni del cuoio capelluto in oltre il 65% dei volontari. (Figura 6)

 

Ripristino delle normali condizioni del cuoio capelluto

Figura 6 Ripristino delle normali condizioni del cuoio capelluto.


Sicurezza

I test in vitro eseguiti su linee cellulari cheratinocitiche dimostrano l’elevata tollerabilità cutanea di Pure-Phen.

Durante gli studi in uso di Pure-Phen al 3% p/p su 40 volontari non sono state evidenziati su pelle e cute effetti indesiderati o irritazioni. Inoltre il prodotto non altera le normali condizioni fisiologiche della pelle e del cuoio capelluto.


Applicazioni e dosaggio

Pure-Phen può essere facilmente inserito in diverse formulazioni per skin care ed hair care, leave on o rinse off ad una concentrazione suggerita del 3 % p/p sia per skin care che per hair care.

DISTRIBUTORE PER L’ITALIA :  ACEF SPA

Per informazioni: cosmetica@acef.it


AVVERTENZA

Le informazioni contenute nella presente nota informativa sono allo stato attuale delle nostre conoscenze accurate e corrette e derivate dalla letteratura scientifica più accreditata. Tuttavia, sono divulgate senza alcuna garanzia riguardo a possibili errori contenuti nella letteratura di provenienza. In particolare non si assumono responsabilità per ciò che attiene alla loro applicazione, per eventuali applicazioni e/o usi impropri

TOP