ACEF | Materie prime farmaceutiche, cosmetiche, galeniche, nutraceutiche

Area Riservata

Nuovo Utente


Non hai ancora le credenziali per entrare nell’Area Riservata? Registrati per accedere a:

  • Schede tecniche e schede di sicurezza;
  • Documentazione tecnica (solo per i clienti);
  • Monografie e presentazioni;
  • Certificati di analisi (solo per i clienti);
  • Listino e novità formulative (solo per le Farmacie clienti).

Registrati

Accesso

Inserisci le tue credenziali per accedere all’Area Riservata.

Newsletter

27 gennaio 2020
Trigliceridi a media catena naturali da cocco
  • Data: 27/01/2020
  • Categoria: News ACEF Nutraceutica

Condividi su:

Condividi su:

Condividi su:

"Ottenuti mediante un processo di distillazione del solo olio di cocco vergine, i trigliceridi a media catena costituiscono una valida fonte energetica e contribuiscono allo smaltimento delle calorie in eccesso."

Per lungo tempo siamo stati portati a credere che tutte le forme di grassi saturi siano potenzialmente dannose per la salute e pertanto abbiamo cercato di eliminarli dalle nostre tavole. In realtà, numerosi studi clinici hanno dimostrato che i grassi saturi non solo non sono tutti uguali, ma alcuni possono anche apportare importanti benefici alla nostra salute.

Tra questi i trigliceridi a media catena, detti anche MCT (Medium Chain Triglycerides), sono una particolare categoria di acidi grassi che presenta alcune caratteristiche utili per l’organismo. Gli MCT entrano direttamente nel flusso sanguigno, senza bisogno di essere disciolti dagli enzimi biliari o pancreatici, sono facilmente digeribili e utilizzati rapidamente dall’organismo per la produzione di energia.

Origine e benefici nutrizionali

La principale fonte naturale di trigliceridi a media catena è l’olio di cocco: gli MCT sono ottenuti mediante un processo di distillazione fisica del solo olio di cocco vergine proveniente dalla Repubblica Dominicana. Questo processo produttivo permette di ricavare un alimento arricchito in acidi grassi (C8 e C10) in grado di costituire una valida fonte energetica, alternativa o complementare ai carboidrati, permettendo così un risparmio di glicogeno e amminoacidi a livello muscolare.

Tali caratteristiche fanno sì che gli oli MCT vengano utilizzati:

  • sia nella nutrizione enterale in caso di malattie critiche, gravi disturbi digestivi (come il mancato assorbimento dei grassi a livello intestinale) e in condizioni di rapido deperimento,
  • sia come integratori in campo sportivo, in particolare negli sport di endurance come fonte energetica all’interno di gel e barrette.

Altri studi scientifici evidenziano altresì il contributo degli MCT nel consumo delle calorie in eccesso e nel metabolismo dei grassi, a favore di una perdita di peso corporeo. In particolare, gli MCT influiscono sulla termogenesi alimentare, promuovono un maggiore senso di sazietà e aiutano a regolarizzare i livelli di glucosio nel sangue. Per tutte queste caratteristiche gli oli MCT rappresentano i costituenti fondamentali della dieta chetogenica.

Per maggiori informazioni scarica QUI la monografia.

TOP